Eurocarne 2015 : Jubatti porta il suo know-how al seminario: "Cambiano i consumi alimentari.Quale futuro per il reparto carni? Produzione e distribuzione a confronto."

Eurocarne 2015 : Jubatti porta il suo know-how al seminario: "Cambiano i consumi alimentari.Quale futuro per il reparto carni? Produzione e distribuzione a confronto."

veronafiere.jpg
veronafiere.jpg

A Veronafiere la carne diventa spettacolo.
Durante le 4 giornate di fiera, una  tavola rotonda ha ospitato le esperienze dei rappresentanti della Gdo e dei produttori di carne, in cui, Jubatti insieme ad altre eccellenze della produzione e distribuzione di carne, ha portato il suo know-how confrontandosi con gli altri importanti rappresentanti della filiera riguardo il nuovo rapporto tra consumatore e prodotto carne: come stanno cambiando i comportamenti di acquisto e di consumo di carne in Italia.
Sulla base di dati statistici forniti da SGMARKETING  e presentati ieri 11 Maggio 2015 durante la 26° edizione di Eurocarne, si è messa in luce la preferenza del Made in Italy da parte dei consumatori che apprezzano anche la carne argentina, quella irlandese e francese, partendo dall'analisi quanti-qualitativa dei consumer e di un monitoraggio presso i principali player distributivi nordeuropei.
Chi manifesta una propensione al consumo di carne lo fa per differenti ragioni legate alla sfera salutistico - funzionale ed edonistica, considerando tale categoria un alimento essenziale per una dieta equilibrata. In particolare, nel caso dell’avicunicolo per il profilo dietetico della carne (53,8%) associato al «piacere di gusto» (40,2%), mentre per la carne bovina le motivazioni trainanti attengono al peculiare apporto proteico (40,2%) e nutrizionale (56,4%); nel suino invece la propensione al consumo è sostenuta dalla bontà gustativa (53,8%), che fa il paio con la valenza nutrizionale (32,7%). 

Leggi in dettaglio l’articolo >> qui <<

Commenti

Scrivi la risposta a questa domanda: 7 + 8?
Non ci sono commenti